Benvenuto sulla FAD di ST&T S.r.l.

Ti ricordiamo che tutti i corsi sono disponibili sul nostro sito web: www.smart2t.it


    Corsi disponibili

    Dopo 10 anni occorre rinnovare il patentino F-GAS facendo un esame teorico ed un esame pratico.

    L'esame di rinnovo dovrà essere svolto prima della data di scadenza del patentino (almeno qualche ese prima).

    Gli esami si svolgeranno secondo le disposizioni stabilite da accredia e valide ed applicabili presso i centri ODV (organismi di valutazione). In particolare l'esame, della - effettuazione di un test: durata complessiva di 90 minuti (novanta) prevederà:

    - Riconoscimento del candidato

    -Test con domande che prevedono risposte a scelta multipla, erogate da piattaforma

    - prova pratica su sistema di refrigerazione (secondo quanto stabilito dal DPR 146/2018)

    - prova di saldobrasatura

    Il patentino sarà emesso dall'ente di certificazione riconosciuto da Accredia

    Corso di preparazione per il conseguimento del patentino frigorista (f-gas), I categoria (ex reg. 303/08 ora DPR 146 )

    Costo corso + esame 700,00 € + IVA

    Al costo indicato vanno aggiunti 70,00€ + costi di registrazione e bolli relativi (29,00 € IVA esente per la persona e 37,00 € IVA esente per l’impresa) nel caso di iscrizione da realizzarsi a carico di ST&T. L’iscrizione al registro F-GAS della persona è obbligatorio venga effettuato prima dell’inizio del corso, per l’ottenimento del codice PR da trasmettere all’ente certificatore

    Il corso di 16 ore verrà svolto in modalità on line. Le ore totali di corso vengono suddivise in una parte teorica/normativa ed un pratica e saldobrasatura, dove verranno affrontati tutti gli argomenti trattati successivamente in tema di esame. Il tutto sempre in modalità on-line.

    Gli esami si svolgeranno secondo le disposizioni stabilite da accredia e valide ed applicabili presso i centri ODV (organismi di valutazione). In particolare l'esame, della - effettuazione di un test: durata complessiva di 90 minuti (novanta) prevederà:

    - Riconoscimento del candidato

    -Test con domande che prevedono risposte a scelta multipla, erogate da piattaforma

    - prova pratica su sistema di refrigerazione (secondo quanto stabilito dal DPR 146/2018)

    - prova di saldobrasatura

    Il patentino sarà emesso dall'ente di certificazione riconosciuto da Accredia

    Descrizione (il corso è stato autorizzato da parte della regione Piemonte)

     Corso di formazione di Certificatore Energetico per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica" Il corso è  in attesa di riconoscimento da parte della Regine Piemonte. D.D. 15 maggio 2019, n. 289 Approvazione della nuova "Procedura per il rilascio dell'autorizzazione regionale allo svolgimento dei corsi di formazione  per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica"

    1 Riferimenti legislativi
    - Dlgs.192/2005
    - DPR 75/2013
    - DM 26/06/2015
    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151
    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182

     Corso di formazione (80+4 ore)
     Programma del corso di formazione
    Il programma del corso di formazione è riportato all’Allegato A‐2.
    Sono da considerarsi contenuti minimi del programma del corso:
    1. gli argomenti trattati, indicati nell’Allegato citato, ripartiti nei moduli formativi individuati,
    2. la durata di 84 ore complessive ad esclusione dell’esame finale (80 ore dello schema nazionale di cui al DPR 75/2014 a cui vanno aggiunte 4 ore integrative sulle specificità regionali).
    Tali contenuti minimi possono essere ampliati al fine di garantire un offerta formativa aggiornata con particolare riguardo all’evoluzione della normativa tecnica impiegata come metodologia ufficiale di calcolo della prestazione degli edifici e agli aspetti pratici operativi, ad esempio riguardanti l’acquisizione dei dati in situ, l’utilizzo di strumentazione particolare e dei software di calcolo.

    Allegato A-2

    Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione (minimo ore 80+4).

    Data prevista di inizio corso: martedì 02-02-2021 Data prevista di fine corso: Giovedì 25-02-2021

    Sede di svolgimento: modalità streaming / oppure c.so Siracusa 10 c/o ST&T( SMART) secondo le modalità stabilite dalal Regione Piemonte

    Il corso è organizzato per essere fruito per 30 ore in Presenza /modalità streaming  e coprendo tutti gli argomenti del programma

    Le restanti 54 ore saranno fruite in FAD asincrona (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

    Descrizione (il corso è stato autorizzato da parte della regione Piemonte)

     Corso di formazione di Certificatore Energetico per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica" Il corso è  in attesa di riconoscimento da parte della Regine Piemonte. D.D. 15 maggio 2019, n. 289 Approvazione della nuova "Procedura per il rilascio dell'autorizzazione regionale allo svolgimento dei corsi di formazione  per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica"

    1 Riferimenti legislativi
    - Dlgs.192/2005
    - DPR 75/2013
    - DM 26/06/2015
    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151
    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182

     Corso di formazione (80+4 ore)
     Programma del corso di formazione
    Il programma del corso di formazione è riportato all’Allegato A‐2.
    Sono da considerarsi contenuti minimi del programma del corso:
    1. gli argomenti trattati, indicati nell’Allegato citato, ripartiti nei moduli formativi individuati,
    2. la durata di 84 ore complessive ad esclusione dell’esame finale (80 ore dello schema nazionale di cui al DPR 75/2014 a cui vanno aggiunte 4 ore integrative sulle specificità regionali).
    Tali contenuti minimi possono essere ampliati al fine di garantire un offerta formativa aggiornata con particolare riguardo all’evoluzione della normativa tecnica impiegata come metodologia ufficiale di calcolo della prestazione degli edifici e agli aspetti pratici operativi, ad esempio riguardanti l’acquisizione dei dati in situ, l’utilizzo di strumentazione particolare e dei software di calcolo.

    Allegato A-2

    Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione (minimo ore 80+4).

    Data prevista di inizio corso: martedì 02-02-2021 Data prevista di fine corso: Giovedì 25-02-2021

    Sede di svolgimento: modalità streaming / oppure c.so Siracusa 10 c/o ST&T( SMART) secondo le modalità stabilite dalal Regione Piemonte

    Il corso è organizzato per essere fruito per 30 ore in Presenza /modalità streaming  e coprendo tutti gli argomenti del programma

    Le restanti 54 ore saranno fruite in FAD asincrona (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

    Descrizione (il corso è stato autorizzato da parte della regione Piemonte)

     Corso di formazione di Certificatore Energetico per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica" Il corso è  in attesa di riconoscimento da parte della Regine Piemonte. D.D. 15 maggio 2019, n. 289 Approvazione della nuova "Procedura per il rilascio dell'autorizzazione regionale allo svolgimento dei corsi di formazione  per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica"

    1 Riferimenti legislativi
    - Dlgs.192/2005
    - DPR 75/2013
    - DM 26/06/2015
    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151
    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182

     Corso di formazione (80+4 ore)
     Programma del corso di formazione
    Il programma del corso di formazione è riportato all’Allegato A‐2.
    Sono da considerarsi contenuti minimi del programma del corso:
    1. gli argomenti trattati, indicati nell’Allegato citato, ripartiti nei moduli formativi individuati,
    2. la durata di 84 ore complessive ad esclusione dell’esame finale (80 ore dello schema nazionale di cui al DPR 75/2014 a cui vanno aggiunte 4 ore integrative sulle specificità regionali).
    Tali contenuti minimi possono essere ampliati al fine di garantire un offerta formativa aggiornata con particolare riguardo all’evoluzione della normativa tecnica impiegata come metodologia ufficiale di calcolo della prestazione degli edifici e agli aspetti pratici operativi, ad esempio riguardanti l’acquisizione dei dati in situ, l’utilizzo di strumentazione particolare e dei software di calcolo.

    Allegato A-2

    Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione (minimo ore 80+4).

    Data prevista di inizio corso: martedì 02-02-2021 Data prevista di fine corso: Giovedì 25-02-2021

    Sede di svolgimento: modalità streaming / oppure c.so Siracusa 10 c/o ST&T( SMART) secondo le modalità stabilite dalal Regione Piemonte

    Il corso è organizzato per essere fruito per 30 ore in Presenza /modalità streaming  e coprendo tutti gli argomenti del programma

    Le restanti 54 ore saranno fruite in FAD asincrona (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

    Il corso è rivolto a tutti coloro che si occupano di installazione e manutenzione impianti di condizionamento e reffrescamento.

    Ma anche ad RSPP e D.L. che semplicemente si occupano di aziende al cui interno sono installati questi tipi di impianti e che hanno necessità di essere informati circa le operazione da vare per sanificare gli impianti stessi.

    Valido ai fini dell'aggiornamento per ASPP/RSPP.

    Descrizione (il corso è stato autorizzato da parte della regione Piemonte)

     Corso di formazione di Certificatore Energetico per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica" Il corso è  in attesa di riconoscimento da parte della Regine Piemonte. D.D. 15 maggio 2019, n. 289 Approvazione della nuova "Procedura per il rilascio dell'autorizzazione regionale allo svolgimento dei corsi di formazione  per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica"

    1 Riferimenti legislativi
    - Dlgs.192/2005
    - DPR 75/2013
    - DM 26/06/2015
    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151
    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182

     Corso di formazione (80+4 ore)
     Programma del corso di formazione
    Il programma del corso di formazione è riportato all’Allegato A‐2.
    Sono da considerarsi contenuti minimi del programma del corso:
    1. gli argomenti trattati, indicati nell’Allegato citato, ripartiti nei moduli formativi individuati,
    2. la durata di 84 ore complessive ad esclusione dell’esame finale (80 ore dello schema nazionale di cui al DPR 75/2014 a cui vanno aggiunte 4 ore integrative sulle specificità regionali).
    Tali contenuti minimi possono essere ampliati al fine di garantire un offerta formativa aggiornata con particolare riguardo all’evoluzione della normativa tecnica impiegata come metodologia ufficiale di calcolo della prestazione degli edifici e agli aspetti pratici operativi, ad esempio riguardanti l’acquisizione dei dati in situ, l’utilizzo di strumentazione particolare e dei software di calcolo.

    Allegato A-2

    Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione (minimo ore 80+4).

    Data prevista di inizio corso: martedì 02-02-2021 Data prevista di fine corso: Giovedì 25-02-2021

    Sede di svolgimento: modalità streaming / oppure c.so Siracusa 10 c/o ST&T( SMART) secondo le modalità stabilite dalal Regione Piemonte

    Il corso è organizzato per essere fruito per 30 ore in Presenza /modalità streaming  e coprendo tutti gli argomenti del programma

    Le restanti 54 ore saranno fruite in FAD asincrona (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

    AGGIORNAMENTO FER OBBLIGATORIO

    Dal 4° agosto 2013,coloro che abbiano inteso od intendano abilitarsi ai sensi di quanto previsto dall’art.4 del DM 37 2008, devono conseguire la qualificazione di installatore e di manutentore straordinario di impianti F.E.R. ai sensi del Dlgs 28/2011, e dello standard formativo della Conferenza delle regioni e delle province autonome.

    Per colore invece che sono già in possesso dell’abilitazione prevista dal suddetto articolo 4, antecedente al 4 Agosto 2013 è sufficiente frequentare i percorsi di aggiornamento, come precisato nella lettera circolare  del ministero dello sviluppo economico del 6 Febbraio 2014.

    L’aggiornamento obbligatorio viene erogato secondo quanto previsto dal punto 5 dello standard formativo per le attività di installazione, manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (FER). Pertanto la durata minima dell’aggiornamento è pari a 16 ore (*), realizzabili anche in FaD.

    Il conseguimento dell’attestato, che ha una validità di tre anni, avviene successivamente alla frequenza  del 100% delle ore ed al superamento del TEST finale.

    (*) fatto salve diverse indicazioni delle singole regioni.

    Si precisa che il presente attestato non abilita i soggetti che necessitano del corso di formazione di 80h.

    Data l'emergenza sanitaria che sta colpendo tutti i settori produttivi, anche Smart Srl, vuole favorire ed agevolare la propria clientela che comuqnue ha necessità di effettuare l'aggiornamento FER previsto dalla normativa nazionale vigente.

    Per questo motivo abbiamo ideato un nuovo modello di erogazione di questo corso,dove le lezioni  vengono erogate online e potranno esser fruite comdomante casa o dal proprio ufficio.

    Quali sono i vantaggi?

    1. Le lezioni puoi rivederle tutte le volte che hai necessità
    2. Il test lo esegui sempre online inviato a fine corso
    3. Non devi condividere 16 ore di aula, aumentando il rischio di contagio
    4. La FaD asincrona è fruibile a qualsiasi ora sulla base delle esigenze dell’iscritto su tutto il territorio nazionani.

    si riporta il tipo di attstrato che verrà rilasciato a seguito verifica di aver frequabtto per inero le ore di corso ed avr superato l'esame

    AGGIORNAMENTO FER OBBLIGATORIO

    Dal 4° agosto 2013, coloro che abbiano inteso od intendano abilitarsi ai sensi di quanto previsto dall’art.4 del DM 37 2008, devono conseguire la qualificazione di installatore e di manutentore straordinario di impianti F.E.R. ai sensi del Dlgs 28/2011, e dello standard formativo della Conferenza delle regioni e delle province autonome.

     

    Per coloro invece che sono già in possesso dell’abilitazione prevista dal suddetto articolo 4, antecedente al 4 Agosto 2013 è sufficiente frequentare i percorsi di aggiornamento, come precisato nella lettera circolare del ministero dello sviluppo economico del 6 Febbraio 2014.

     

    L’aggiornamento obbligatorio viene erogato secondo quanto previsto dal punto 5 dello standard formativo per le attività di installazione, manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (FER). Pertanto la durata minima dell’aggiornamento è pari a 16 ore (*), realizzabili anche in FaD.

    Il conseguimento dell’attestato, che ha una validità di tre anni, avviene successivamente alla frequenza  del 100% delle ore ed al superamento del TEST finale.

    (*) fatto salve diverse indicazioni delle singole regioni.

    Argomenti del corso

    A norma del comma 1, lett. f dell’allegato 4 al D.Lgs. 3 marzo 2011 n.28, che prevede l’erogazione anche a mezzo FAD dell’aggiornamento obbligatorio, gli argomenti del corso si riferiscono a:

    • sistemi solari fotovoltaici,
    • pompe di calore e sistemi di refrigerazione,
    • sistemi solari termici,
    • generatori di calore, caminetti e stufe a biomassa,
    • sistemi geotermici poco profondi, a bassa entalpia.

    Si precisa che il presente attestato non abilita i soggetti che necessitano del corso di formazione di 80h+5 di esame.

     

    AGGIORNAMENTO FER OBBLIGATORIO

    Dal 4° agosto 2013,coloro che abbiano inteso od intendano abilitarsi ai sensi di quanto previsto dall’art.4 del DM 37 2008, devono conseguire la qualificazione di installatore e di manutentore straordinario di impianti F.E.R. ai sensi del Dlgs 28/2011, e dello standard formativo della Conferenza delle regioni e delle province autonome.

    Per colore invece che sono già in possesso dell’abilitazione prevista dal suddetto articolo 4, antecedente al 4 Agosto 2013 è sufficiente frequentare i percorsi di aggiornamento, come precisato nella lettera circolare  del ministero dello sviluppo economico del 6 Febbraio 2014.

    L’aggiornamento obbligatorio viene erogato secondo quanto previsto dal punto 5 dello standard formativo per le attività di installazione, manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (FER). Pertanto la durata minima dell’aggiornamento è pari a 16 ore (*), realizzabili anche in FaD.

    Il conseguimento dell’attestato, che ha una validità di tre anni, avviene successivamente alla frequenza  del 100% delle ore ed al superamento del TEST finale.

    (*) fatto salve diverse indicazioni delle singole regioni.

    Si precisa che il presente attestato non abilita i soggetti che necessitano del corso di formazione di 80h.

    Data l'emergenza sanitaria che sta colpendo tutti i settori produttivi, anche Smart Srl, vuole favorire ed agevolare la propria clientela che comuqnue ha necessità di effettuare l'aggiornamento FER previsto dalla normativa nazionale vigente.

    Per questo motivo abbiamo ideato un nuovo modello di erogazione di questo corso,dove le lezioni  vengono erogate online e potranno esser fruite comdomante casa o dal proprio ufficio.

    Quali sono i vantaggi?

    1. Le lezioni puoi rivederle tutte le volte che hai necessità
    2. Il test lo esegui sempre online
    3. Non devi condividere 16 ore di aula, aumentando il rischio di contagio
    4. La FaD asincrona è fruibile a qualsiasi ora sulla base delle esigenze dell’iscritto su tutto il territorio nazionale

    Ai sensi delle Linee guida relative allo standard formativo per l'attività di installazione e manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (Fer)- ai sensi D.Lgs.28/2011, Conferenza Stato-Regione del 22 dicembre 2016. 

    Aggiornamento obbligatorio per tutti i soggetti abilitati all’installazione e manutenzione straordinaria di impianti FER, che sono tenuti, ai sensi del comma 1, lett. F) dell’allegato 4 del decreto 3 marzo 2011 a partecipare obbligatoriamente ad attività formative di aggiornamento a garanzia della validità e mantenimento della qualificazione. Per coloro che sono già abilitati a decorrere dal giorno 1 agosto 2013, debbono fare 16 ore di formazione ed all’interno di questa attività devono effettuare una verifica di apprendimento.

    Premessa

    La proposta formativa innovativa  all’interno del progetto e_SMART, condivisa con MELEAM è quella d fornire attraverso la FaD un livello di formazione flessibile in riferimento sia al tempo (*), sia allo spazio (fruibile da qualsiasi luogo avente una connessione internet o telefonica).

    L’iscrizione al corso da diritto sia alla fruizione (ripetuta) delle lezioni registrate,

    (*): La FaD asincrona è fruibile a qualsiasi ora sulla base delle esigenze dell’iscritto su tutto il territorio Regionale. e nazionale. Il corso stesso si svolge su piattaforma Moodle, che gestisce il trattamento delle presenze dell'utente accreditato ed utilizza per questo registrazioni configurate SCORM ( Shareable Content Object Reference Model)

    Lo SCORM è un insieme di standard e di protocolli che fanno in modo che un dato contenuto formativo sia catalogabiletracciabile su piattaforme LMS per la formazione. 

    Ai sensi delle Linee guida per uno standard formativo per l'attività di installazione e manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (Fer)- ai sensi D.Lgs.28/2011, Conferenza Stato-Regione del 22 dicembre 2016. 

    Aggiornamento obbligatorio per tutti i soggetti abilitati all’installazione e manutenzione straordinaria di impianti FER, che sono tenuti, ai sensi del comma 1, lett. F) dell’allegato 4 del decreto 3 marzo 2011 a partecipare obbligatoriamente ad attività formative di aggiornamento a garanzia della validità e mantenimento della qualificazione. Per coloro che sono già abilitati a decorrere dal giorno 1 agosto 2013, debbono fare l'aggiornamento previsto ed all’interno di questa attività devono effettuare una verifica di apprendimento (questionario).

    Premessa

    La proposta formativa innovativa  all’interno del progetto e_SMART, condivisa con SAF ITALIA S.A.S. DI RESTIFO PECORELLA BIAGIO & C, è quella d fornire attraverso la FaD un livello di aggiornamento flessibile in riferimento sia al tempo (*), sia allo spazio (fruibile da qualsiasi luogo avente una connessione internet o telefonica).

    L’iscrizione al corso da diritto sia alla fruizione (ripetuta) delle lezioni registrate,

    (*): La FaD asincrona è fruibile a qualsiasi ora sulla base delle esigenze dell’iscritto su tutto il territorio nazionale.Prima di affrontare l'esame, l'iscritto dovrà rendere evidente di aver frequento l'intero corso sottoscrivendo apposito documento fornito dall'ente

    AGGIORNAMENTO FER OBBLIGATORIO

    Dal 4° agosto 2013,coloro che abbiano inteso od intendano abilitarsi ai sensi di quanto previsto dall’art.4 del DM 37 2008, devono conseguire la qualificazione di installatore e di manutentore straordinario di impianti F.E.R. ai sensi del Dlgs 28/2011, e dello standard formativo della Conferenza delle regioni e delle province autonome.

    Per colore invece che sono già in possesso dell’abilitazione prevista dal suddetto articolo 4, antecedente al 4 Agosto 2013 è sufficiente frequentare i percorsi di aggiornamento, come precisato nella lettera circolare  del ministero dello sviluppo economico del 6 Febbraio 2014.

    L’aggiornamento obbligatorio viene erogato secondo quanto previsto dal punto 5 dello standard formativo per le attività di installazione, manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (FER). Pertanto la durata minima dell’aggiornamento è pari a 16 ore (*), realizzabili anche in FaD.

    Il conseguimento dell’attestato, che ha una validità di tre anni, avviene successivamente alla frequenza  del 100% delle ore ed al superamento del TEST finale.

    (*) fatto salve diverse indicazioni delle singole regioni.

    Si precisa che il presente attestato non abilita i soggetti che necessitano del corso di formazione di 80h.

    Data l'emergenza sanitaria che sta colpendo tutti i settori produttivi, anche Smart Srl, vuole favorire ed agevolare la propria clientela che comuqnue ha necessità di effettuare l'aggiornamento FER previsto dalla normativa nazionale vigente.

    Per questo motivo abbiamo ideato un nuovo modello di erogazione di questo corso,dove le lezioni  vengono erogate online e potranno esser fruite comdomante casa o dal proprio ufficio.

    Quali sono i vantaggi?

    1. Le lezioni puoi rivederle tutte le volte che hai necessità
    2. Il test lo esegui sempre online
    3. Non devi condividere 16 ore di aula, aumentando il rischio di contagio
    4. La FaD asincrona è fruibile a qualsiasi ora sulla base delle esigenze dell’iscritto su tutto il territorio nazionale

    Ai sensi delle Linee guida per uno standard formativo per l'attività di installazione e manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (Fer)- ai sensi D.Lgs.28/2011, Conferenza Stato-Regione del 22 dicembre 2016. 

    Aggiornamento obbligatorio per tutti i soggetti abilitati all’installazione e manutenzione straordinaria di impianti FER, che sono tenuti, ai sensi del comma 1, lett. F) dell’allegato 4 del decreto 3 marzo 2011 a partecipare obbligatoriamente ad attività formative di aggiornamento a garanzia della validità e mantenimento della qualificazione. Per coloro che sono già abilitati a decorrere dal giorno 1 agosto 2013, debbono fare 16 ore di formazione ed all’interno di questa attività devono effettuare una verifica di apprendimento (questionario o colloquio, in presenza).

    Ai sensi delle Linee guida per uno standard formativo per l'attività di installazione e manutenzione straordinaria di impianti energetici alimentati da fonti rinnovabili (Fer)- ai sensi D.Lgs.28/2011, Conferenza Stato-Regione del 22 dicembre 2016. 

    Aggiornamento obbligatorio per tutti i soggetti abilitati all’installazione e manutenzione straordinaria di impianti FER, che sono tenuti, ai sensi del comma 1, lett. F) dell’allegato 4 del decreto 3 marzo 2011 a partecipare obbligatoriamente ad attività formative di aggiornamento a garanzia della validità e mantenimento della qualificazione. Per coloro che sono già abilitati a decorrere dal giorno 1 agosto 2013, debbono fare 16 ore di formazione ed all’interno di questa attività devono effettuare una verifica di apprendimento (questionario o colloquio, in presenza).

    Compilazione del Libretto di Impianto

    AVVISO FONDIMPRESA AVV. 1/2019 – INNOVAZIONE

     

    Piani di formazione per i dipendenti delle aziende aderenti al Fondo.
    Ciascuna azione formativa deve prevedere da un minimo di 8 ore di durata ad un massimo di 100 ore.
    Minimo 4 lavoratori in aula, almeno 15 dipendenti per azienda in formazione. Il singolo lavoratore può frequentare un massimo di 100 ore di formazione.

    Le aziende possono segnalare i nominativi dei propri docenti/consulenti da coinvolgere.

     

    Ambito di riferimento

    • Introduzione di nuovi prodotti/processi
    • Notevole miglioramento di quelli già esistenti
    • Sono compresi tutti i processi di definizione e implementazione di innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo nell’impresa (inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature o nel software)

     

    Beneficiari

    Le imprese:

    • aderenti a Fondimpresa
    • in possesso delle credenziali di accesso al portale Fondimpresa.it
    • in possesso di firma digitale
    • con saldo attivo disponibile in conto formazione
    • che non hanno beneficiato di piani finanziati sull’Avviso 4/2018 di Fondiompresa

     

     

    Destinatari

    I lavoratori per cui si è versato il contributo integrativo dello 0,30% a Fondimpresa, compresi:

    • gli apprendisti
    • i lavoratori in cassa integrazione guadagni e i lavoratori con contratti di solidarietà purché vi sia la finalità di reinserimento

     

     

    Finanziato al 100% per disoccupati selezionati dal centro per l'impiego

     

    Finanziato al 100% per disoccupati selezionati dal centro per l'impiego

     

    Finanziato al 100% per disoccupati selezionati dal centro per l'impiego

     

    Finanziato al 100% per disoccupati selezionati dal centro per l'impiego

     

    Il corso prepara  alla professione di Energy Manager, inteso anche come  Esperto in Gestione Energia, secondo le indicazioni del DLgs 4 Luglio 2014 n.102 art.8 e 12 ed in conformità alla norma UNI CEI 11339:2009 in materia di Esperti in Gestione dell’Energia (EGE).

    Il corso è idoneo anche come formazione per Auditor Energetico (AE secondo la norma UNI EN 16247-5).

    EGE CIVILE

    EGE INDUSTRIALE

    --

    Opportunità professionali per l'EGE:

    a) A livello di legge nazionale

    - Il Consiglio dei Ministri ha ufficializzato oggi il nuovo Piano Transizione 5.0, che premia la
    digitalizzazione e il contenimento dei consumi.

    La Transizione 5.0 sarà possibile grazie alla Revisione del Pnrr Italiano con l’introduzione di una nuova
    missione, la numero 7, dal titolo Repower Ue, dedicata agli investimenti in sostenibilità.

    Beneficiari del Piano Transizione 5.0
    I beneficiari del Piano Transizione 5.0 sono le imprese di qualsiasi dimensione, incluse le micro, piccole e
    medie imprese (PMI).
    Tipologie di investimenti agevolabili
    Gli investimenti agevolabili dal Piano Transizione 5.0 sono quelli finalizzati a:
    • Incrementare l’efficienza energetica, attraverso l’acquisto di beni strumentali nuovi che
    consentano di migliorare l’efficienza energetica dei processi produttivi.
    • Adottare tecnologie innovative, come la robotica avanzata, l’intelligenza artificiale, l’Internet of Things, la stampa 3D e il cloud computing.
    • Promuovere la sostenibilità, attraverso l’adozione di soluzioni innovative per la produzione e l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili.

    a) A livello di legge Regione PIEMONTE

    Programma Regionale FESR Piemonte 2021/2027, Priorità II - Transizione ecologica e resilienza - Obiettivo specifico 2.1 - Promuovere l'efficienza energetica e Obiettivo specifico

    2.2. - Promuovere le energie rinnovabili - Approvazione del bando a sportello ''Efficienza energetica e produzione di energia da fonti rinnovabili negli edifici pubblici - contratti di Partenariato Pubblico Privato'' relativo all' Azione II.

    L'aggiornamento per coloro che hanno il patentino da capottisti e caposquadra previsto dalla certificazione etis rilasciata da CEPAS prevede:

    a) 8h di aggiornamento per installatore di  cappotti

    b) 16h di aggiornamento per caposquadra

    L'aggiornamento proposto da SMART è composto da lezioni registrate in ragione del dettaglio complessivo riportato in tabella per un totale di 8h (riservato ai all'installatore)

    Integrazione con documetazione testuale  con documentazione cotexia e di ricerca sceintifica

    L'aggiornamento riguarda Compiti, conoscenze ed abilità e competenze dell'installatore e del caposquadra.

    Verifica dell'adeguatezza dei materiali e delle attrezzature necessarei alla posa;

    verifica delle modalità applicative e dello stato del cantiere

    gestione ed organizzazione della propria postazione di lavoro

    preparazione del supporto e dei materiali necessari

    Installa del sistema di isolamento termico a cappotto

    Costi:

    - ETICS BASE: AGGIOrNAMENTO CERTIFICAZIONE PER INSTALLATORE DI SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO A CAPPOTTO (ETICS) Installatore base al costo di € 600,00+ IVA (8 ore di formazione on-line in modalità FaD asincrona e Streaming + esame teorico ed esame pratico;

    - ETICS CAPPOTTISTA: AGGIORNAMENTO CERTIFICAZIONE PER INSTALLATORE CAPOSQUADRA DI SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO A CAPPOTTO (ETICS) € 230,00+ IVA (16 ore di formazione on-line in modalità FaD asincrona e Streaming + esame teorico on-line

    Rinnovo annuale

     

    6. CORRISPETTIVI

    6.1 Il Cliente prende atto ed espressamente accetta che, fatti salvi diversi specifici accordi intercorsi per iscritto con il Cliente, CEPAS ha il diritto di modificare e rettificare le proprie tariffe con cadenza almeno annuale sulla base della seguente formula:

    P = PO

    x

    S

    --------

    SO

    dove “P” è il valore delle nuove tariffe di CEPAS all’esito della rettifica e/o modifica apportata da CEPAS, “PO” è il corrispettivo per la prestazione dei Servizi convenuto con il Cliente, “SO” è il valore dell’indice generale delle retribuzioni orarie contrattuali pubblicato periodicamente dall’ISTAT alla data di stipulazione del Contratto intercorso con il Cliente e “S” è il valore dell’indice generale delle retribuzioni orarie contrattuali pubblicato periodicamente dall’ISTAT al momento in cui CEPAS modifica e/o rettifica le proprie tariffe.

    Esame per certificatori energetici + TEST di preparazione

    Gent.mo Iscritto al corso di Certificatore energetico di cui al Programma nazionale DPR 75/2013 per la preparazione all’esame di certificazione energetica autorizzato dalla Regione Piemonte D.D. 15 maggio 2019, n. 289

    Vista l’autorizzazione della Regione Piemonte ad effettuare l’esame per certificatori energetici, viene organizzata la prova d’esame in data 19 Marzo 2022 ore 09.00 in modalità on Line (il corso è organizzato da  ST&T srl (SMART) con sede in  c.so Siracusa 10, Torino (TO)

    Sessione esame scritto (TEST): Inizio ore 9.15 del giorno 11 Marzo 2023 (durata presunta 1h e 30 min).
    Sessione esame orale: ore 11.00 cica secondo un calendario che sarà comunicato al termine della sessione d’esame scritto (TEST).

    In riferimento alle disposizioni regionali citate “…la commissione d'esame sia composta dai docenti del corso ma comunque integrata da almeno un esperto appartenente alla Direzione ambiente della Regione Piemonte e/o all'Agenzia regionale per la protezione ambientale…”

    MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLA VERIFICA FINALE

    a) Prova scritta.

    Ai candidati viene assegnato un test a risposta chiusa diretto a valutare la comprensione degli argomenti trattati nel corso.

    Tale test ha lo scopo di valutare la conoscenza delle materie illustrate, a livello teorico e pratico, e la capacità di risolvere problemi semplici legati alla definizione delle principali grandezze termodinamiche ed economiche coinvolte nel processo di certificazione e di individuazione delle raccomandazioni migliorative delle prestazioni energetiche degli edifici.

    Lo svolgimento della prova scritta avviene secondo le seguenti modalità:

    • Il test deve contenere un minimo di 30 domande con risposta multipla chiusa (4 risposte alternative),
    • Il tempo concesso è indicativamente pari a 2 minuti per domanda,
    • Il punteggio finale è espresso in base centesimale (x/100) ed è calcolato con la seguente formula: 

    Punteggio = [(N. risposte corrette x 3 – N. risposte errate) x 100 / (N. domande x 3)]

     Il voto minimo per l’accesso alla successiva fase orale è pari a:      60/100

     b)  Redazione di un APE.

    Al fine di redigere l’Attestato di Prestazione Energetica ai candidati viene richiesto di analizzare un edificio di loro scelta utilizzando la metodologia di calcolo prevista dal DM 26.06.2015 – Linee Guida Nazionali per la Certificazione Energetica degli Edifici.

    Il candidato deve quindi compilare una tesina riguardante il caso studio che riporti e documenti:

    • le modalità di reperimento dei dati di ingresso (geometrici, fisici, impiantistici, climatici ecc),
    • la determinazione, mediante la esplicitazione di tutti i dati intermedi e dei principali risultati dei calcoli, degli indicatori energetici della prestazione energetica, globale e parziale, mediante l'applicazione delle metodologie previste,
    • l’individuazione degli output utili alla introduzione nella procedura telematica del SIPEE dei dati necessari alla redazione dell’APE per ottenere la classificazione dell'edificio e produrre il documento finale in formato PDF.

    La relazione (tesina) deve essere presentata, mediante un colloquio, alla commissione che la assume agli atti. Nel corso dell’esposizione orale la commissione verifica che al candidato sia chiaro il percorso metodologico e procedurale per la corretta redazione di un attestato tenendo conto della legislazione e delle normative tecniche ed attuative in vigore. La commissione approfondisce altresì le conoscenze generali del candidato nelle tematiche previste nel programma del corso.

    PREMESSA

    L'obiettivo dei corsi pianificati da ST&T srl (SMART) è quello di organizzare la formazione rivolta a  figure professionali preparate nel campo dell'indagine termografica in ambito civile ed industriale

    Cosa è l’indagine termografica

    L’indagine termografica è definita come una “prova non distruttiva”
    Il personale addetto alle prove non distruttive può acquisire un’abilitazione ufficiale, spendibile all’interno della Comunità Europea, in accordo con la norma UNI EN ISO 9712.

    I livelli di qualificazione

    Esistono 3 livelli di qualificazione
    operatore di 1° livello, qualificato a effettuare correttamente l’indagine termografica;

    operatore di 2° livello, oltre ad effettuare l’indagine termografica è anche qualificato a commentare i dati rilevati e firmare i report;

    operatore di 3° livello che può svolgere attività di docenza nei corsi di formazione sulle PND.

    Sono codificate 6 procedure di indagine termografica:
    di tipo quantitativo, comparativo e qualitativo abbinate a tecniche di sollecitazione attiva o passiva.

    Un buon operatore termografico sceglie la procedura migliore in base al proprio obiettivo.

    In tutti i corsi viene riservato ampio spazio all’esercitazione “pratica”

    DESCRIZIONE

    La Formazione e Certificazione per il conseguimento del 1° livello e upgrade al 2° Livello si svolge in conformità alla Norma UNI EN ISO 9712 per il metodo Termografia ad Infrarossi. 

    I corsi proposti  abilitano alla qualifica di operatore di 2° livello secondo UNI EN ISO 9712:2012 per il metodo termografico nei settori civile e industriale.
    Si tratta di percorsi formativi, propedeutici al processo di certificazione in ambito plurisettoriale finalizzati a diversi tipi di utenza ma con l’obiettivo di portare i candidati ad ottenere la certificazione nel metodo Termografia Infrarosso (TT) acquisendo la competenza tecnica adeguata anche dal punto di vista professionale.

    Inoltre l’obiettivo è anche la formazione di figure professionali esperte e qualificate nel campo dell’indagine termografica, ponendo l’accento oggi prevalente ma non esclusivo, sulle applicazioni legate al mondo dell’edilizia secondo la norma UNI EN 16714:2016.

    I corsi sono rivolti

    • a chi non è in possesso di laurea tecnica triennale od esperienza sul campo (ipotesi A)
    • a chi è in possesso di QUALIFICA DI 1° LIVELLO (con autocertificata esperienza pregressa di 12 mesi) – UPGRADE (ipotesi B)
    • a chi è possesso di laurea triennale in settori tecnico scientifici ma non certificato di 1° livello (ipotesi C)
    • a chi non è in possesso né di laurea Triennale in settori tecnico scientifici né di esperienza sul campo (ipotesi D)

    I percorsi affronteranno i temi in ambito plurisettoriale dove i candidati possono ottenere la certificazione nel metodo Termografia Infrarosso (TT) secondo i settori:

    1. Edilizia e recupero architettonico;
    2. Industria in ambito elettrico;
    3. Impianti termici.

    Il tutto in conformità alle Norme tecniche internazionali più frequenti, di cui, di seguito un breve elenco:

    UNI EN 16714-1/2/3:2016 : Principi, strumenti e termini del metodo termografico

    UNI 16714-1/2/3: Principi, strumentazione, termini e definizioni del metodo termografico UNI EN 13187: Rivelazione qualitativa delle irregolarità termiche negli involucri edilizi UNI ISO 18434-1: Monitoraggio e diagnostica dello stato delle macchine,

    UNI 10824-9: Identificazione di difetti di adesione di rivestimenti millimetrici in ambito industriale

    ASTM E 1934: Standard Guide for Examining Electrical and Mechanical Equipment with Infrared Thermography

    ASTM C 1153: Standard Practice for Location of Wet Insulation in Roofing Systems Using Infrared Imaging.

    Gli argomenti trattati nel corso rispecchiano, quelli di riferimento dei Syllabus internazionali, e potranno essere arricchiti da eventuali problematiche e prove (in ambito termografico) di specifico interesse dell’iscritto.

     

    Compiti, conoscenze ed abilità e competenze dell'installatore e del caposquadra

    Verifica dell'adeguatezza dei materiali e delle attrezzature necessarei alla posa;

    verifica delle modalità applicative e dello stato del cantiere

    gestione ed organizzazione della propria postazione di lavoro

    preparazione del supporto e dei materiali necessari

    Installa del sistema di isolamento termico a cappotto

    Costi:

    - ETICS BASE: CERTIFICAZIONE PER INSTALLATORE DI SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO A CAPPOTTO (ETICS) Installatore base al costo di € 600,00+ IVA (8 ore di formazione on-line in modalità FaD asincrona e Streaming + esame teorico ed esame pratico;

    - ETICS CAPPOTTISTA: CERTIFICAZIONE PER INSTALLATORE CAPOSQUADRA DI SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO A CAPPOTTO (ETICS) Installatore base al costo di € 500,00+ IVA (8 ore di formazione on-line in modalità FaD asincrona e Streaming + esame teorico on-line

    Rinnovo annuale

     

    6. CORRISPETTIVI

    6.1 Il Cliente prende atto ed espressamente accetta che, fatti salvi diversi specifici accordi intercorsi per iscritto con il Cliente, CEPAS ha il diritto di modificare e rettificare le proprie tariffe con cadenza almeno annuale sulla base della seguente formula:

    P = PO

    x

    S

    --------

    SO

    dove “P” è il valore delle nuove tariffe di CEPAS all’esito della rettifica e/o modifica apportata da CEPAS, “PO” è il corrispettivo per la prestazione dei Servizi convenuto con il Cliente, “SO” è il valore dell’indice generale delle retribuzioni orarie contrattuali pubblicato periodicamente dall’ISTAT alla data di stipulazione del Contratto intercorso con il Cliente e “S” è il valore dell’indice generale delle retribuzioni orarie contrattuali pubblicato periodicamente dall’ISTAT al momento in cui CEPAS modifica e/o rettifica le proprie tariffe.

    L'ESAME per la certificazione EGE Norma UNI 11339 si svolgerà in modalità da remoto, pianificato il 4 novembre 2020.

    Per avviare le procedure da seguire per la registrazione e la guida alla modalità d’esame, si richiede la conferma il prima possibile (vi informiamo che la piattaforma è Microsoft LMS365).

    Al raggiungimento del numero massimo di partecipanti verrà concordata un’ulteriore data d’esame, sempre in modalità da remoto.

    Come riportato nella scheda tecnica, per ciascun partecipante è necessario dare evidenza oggettiva di almeno 7 punti della norma, di cui 1-4-6-7 obbligatori, (si veda all.to n. 1 al contratto di certificazione), per questa parte documentale ci potrà contattare nel caso avesse bisogno di ulteriori informazioni. I partecipanti che intendono sostenere l'esame per il doppio settore (civile ed industriale), dovranno fornire evidenze dei punti norma in entrambi i settori.

    Oltre alle lettere di referenze o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, si richiede integrazione con la relativa documentazione attinente (contratti, fatture, ruoli tecnici o manageriali presso studi o società di consulenza, consulenza come libero professionista,  lettere di incarico, redazione di studi di fattibilità , frontespizio di rapporti o progetti, diagnosi energetiche etc)

    Esempio per il punto 6 (ma applicabile su altri punti): il punto 6 "diagnosi energetiche comprensive dell'individuazione di interventi migliorativi anche in relazione all'impiego delle fonti energetiche rinnovabili"  è obbligatorio per accedere alla sessione d'esame EGE. Per esempio L'APE purtroppo non è sufficiente per coprire tale punto e anche la sola referenza non è accettabile. Per il settore civile occorre una diagnosi con esplicito riferimento ai campi di applicazione della UNI-CEI EN 16247, parte 2 (edifici), mentre per il settore industriale da evidenziare esperienze lavorative con attività nei processi  e nei sistemi produttivi, distribuzione e produzione di energia, acqua, sistemi di trasporto con relativa diagnosi con esplicito riferimento ai campi di applicazione della norma UNI CEI EN 16247, parte 3 (processi) e parte 4 (trasporti);

    Descrizione (il corso è stato autorizzato da parte della regione Piemonte)

    Corso di formazione e di preparazione all'esame per diventare Certificatore Energetico per la valutazione della prestazione energetica degli edifici, finalizzata al rilascio di "Attestati di prestazione energetica". Il corso ha una durata di 84 ore, valide per l'ammissione all'esame abilitante, ai sensi del DPR 75/2013.

    1 Riferimenti legislativi
    - Dlgs.192/2005
    - DPR 75/2013
    - DM 26/06/2015
    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151
    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182

     Corso di formazione (80+4 ore)
     Programma del corso di formazione
    Il programma del corso di formazione è riportato all’Allegato A‐2.
    Sono da considerarsi contenuti minimi del programma del corso:
    1. gli argomenti trattati, indicati nell’Allegato citato, ripartiti nei moduli formativi individuati,
    2. la durata di 84 ore complessive ad esclusione dell’esame finale (80 ore dello schema nazionale di
    cui al DPR 75/2014 a cui vanno aggiunte 4 ore integrative sulle specificità regionali).
    Tali contenuti minimi possono essere ampliati al fine di garantire un offerta formativa aggiornata con
    particolare riguardo all’evoluzione della normativa tecnica impiegata come metodologia ufficiale di calcolo
    della prestazione degli edifici e agli aspetti pratici operativi, ad esempio riguardanti l’acquisizione dei dati in
    situ, l’utilizzo di strumentazione particolare e dei software di calcolo.

    Allegato A-2

    Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione (minimo ore 80+4).

    Data prevista di inizio corso: lunedì 1 Aprile  2024

    Data prevista di fine corso: fine giugno 2024

    Sede di svolgimento: c.so Siracusa 10 c/o ST&T( SMART) e modalità streaming

    Il corso è organizzato per essere fruito per 30 ore in Presenza (modalità streaming ) e coprendo tutti gli argomenti del programma

    Le restanti 54 ore saranno fruite in FAD (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

    Esame: data possibile (da confermare)ultima settimana di giugno 2024

    on Line (od in coso Siracusa 10, secondo le disposizioni della regione Piemonte)

    Il percorso di LbyD consiste in un affidamento di incarico reale, finalizzato a redigere l'APE di un edificio “possibile” oggetto di un prossimo intervento di riqualificazione energetica. L’APE in questione, consistente in un Attestato di Prestazione energetica Ante Operam, sarà parte della pratica di detrazione fiscale necessaria all’accesso agli ECOBONUS (110%, 65%, a seconda  della definizione dell’intervento di riqualificazione energetica che si deciderà di realizzare).

    Nell’ambito della redazione dell’APE verranno quindi scelti con cura gli interventi migliorativi, in modo tale da offrire al cliente una panoramica delle possibilità con relativi strumenti incentivanti messi a disposizione dallo Stato.

    ORGANIZZAZIONE DEL PERCORSO.

    Formazione in situazione: Redazione di una certificazione energetica con il supporto del tutor: 21 ore complessive (3 ore/incontro). Il calendario si individua in base alle necessità del gruppo e da effettuarsi in campo.

    Supplemento di formazione in situazione (a richiesta): eventuali altre ore per il lavoro sulla certificazione energetica possono essere concordate con il tutor.

    Nel caso specifico del percorso di Learning by Doing sviluppato da ST&T (SMART) la Certificazione energetica diventa un caso di studio, utile ai fini professionali ma anche per predisporsi a superare l’esame per APE.

    riferimenti legislativi Programma nazionale DPR 75/2013 per la preparazione all’esame di certificazione energetica autorizzato dalla Regione Piemonte D.D. 15 maggio 2019, n. 289. DLgs 10 Giugno 2020 n.48 (attuazione direttiva comunitaria UE 2018/844) D.Lgs 192/2005. Decreto 26 Giugno 2015. Direttiva 20202/31/UE. 

    PREMESSA
    Il patrimonio di edilizia residenziale in Italia ammonta ad oltre 17 milioni di immobili. Il mercato della riqualificazione energetica per i prossimi 20 anni è valutato in circa 80 miliardi di euro. In tale contesto, gli edifici residenziali condominiali costituiscono un immenso potenziale di risparmio energetico, che potrebbe andare a vantaggio dei loro utilizzatori sotto forma di risparmio economico e miglioramento del comfort termico e acustico delle abitazioni. L’attuazione della riqualificazione energetica estesa dei condomini si scontra però contro oggettive barriere culturali, tecniche, normative ed economiche. Il percorso di Learning by doing,  si propone come obiettivo quello di analizzare gli aspetti normativi, tecnici, fiscali ed economici inerenti alla riqualificazione energetica dei condomini residenziali, attraverso la definizione di una metodologia di lavoro che prevede nuove politiche progettuali, di rispetto delle norme, di innovazione tecnologica, cogliendo le opportunità economiche offerte dagli incentivi fiscali e dai contratti di rendimento energetico. 

    ECOBONUS  al 110%:

    1. Gratis le spese per le ristrutturazioni, fatte entro fine dicembre 2021 (anche sulle seconde case);Estensione fino al 30 giugno 2022 per gli interventi di efficienza energetica per edilizia popolare
    2.  
    3. Altri BONUS
      1. "bonus casa": ristrutturazioni (detrazione IRPEF pari al 50% fino a 96.000,00€; bonus mobili (detrazione al 50% per le spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione fino al 31 dicembre 2020) fino a 10.000,00; bonus verde 2020 (detrazione del 36% per terrazzi, balconi, giardini); sismabonus 2020 (detrazioni 70% riduzione di 1 classe e 75% 2 classi)
      2. Intrventi di risparmio energetico:
      3. Bonus caldaia fino al 65%; bonus tende da sole (detrazione IRPEF del 50% ; infissi e finestre 50%.)

    Descrizione (il corso è stato autorizzato da parte della regione Piemonte)

     Corso di formazione di Certificatore Energetico per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica" Il corso è  in attesa di riconoscimento da parte della Regine Piemonte. D.D. 15 maggio 2019, n. 289 Approvazione della nuova "Procedura per il rilascio dell'autorizzazione regionale allo svolgimento dei corsi di formazione  per la valutazione della prestazione energetica degli edifici finalizzata al rilascio di Attestati di prestazione energetica" Possono accedere al corso tutti coloro che non hanno avuto modo di completare ed integrare  la formazione prima dell'entrata in vigore del DPR 75/2013. Per tutti coloro che non rietrano in questo criterio è prevista la frequenza del corso da 80h. A cui vanno aggiunte 4h di normative regionali

    1 Riferimenti legislativi
    - Dlgs.192/2005
    - DPR 75/2013
    - DM 26/06/2015
    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151
    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182

     Corso di formazione (80+4 ore)
     Programma del corso di formazione
    Il programma del corso di formazione è riportato all’Allegato A‐3.
    Sono da considerarsi contenuti minimi del programma del corso:
    1. gli argomenti trattati, indicati nell’Allegato citato, ripartiti nei moduli formativi individuati,
    2. la durata di 40 ore complessive ad esclusione dell’esame finale (40 ore dello schema nazionale di cui al DPR 75/2014 raccordo formativoi).
    Tali contenuti minimi possono essere ampliati al fine di garantire un offerta formativa aggiornata con particolare riguardo all’evoluzione della normativa tecnica impiegata come metodologia ufficiale di calcolo della prestazione degli edifici e agli aspetti pratici operativi, ad esempio riguardanti l’acquisizione dei dati in situ, l’utilizzo di strumentazione particolare e dei software di calcolo.

    Allegato A-3

    Contenuto minimo del Programma del corso di Formazione- Raccordo formativo (minimo ore 40).

    Data prevista di inizio corso: lunedì 1 Aprile  2024

    Sede di svolgimento: modalità streaming / oppure c.so Siracusa 10 c/o ST&T( SMART) secondo le modalità stabilite dalal Regione Piemonte

    Il corso è organizzato per essere fruito per 16 ore in Presenza /modalità streaming  e coprendo tutti gli argomenti del programma

    Le restanti 24 ore saranno fruite in FAD asincrona (che in realtà copre un ambito orario più vasto)

    Possono accedere ai corsi di formazione GOL tutti coloro che sono DISOCCUPATI

    Requisiti di ammissione al corso per stranieri
    Per gli stranieri è indispensabile una buona conoscenza della lingua italiana orale e scritta che consenta di partecipare attivamente al percorso formativo. Tale conoscenza deve eventualmente essere verificata attraverso un test di ingresso da effettuarsi presso l’ente di formazione, che lo conserva agli atti.In osservanza delle prescrizioni regionali, il corso viene erogato  in presenza e  sarà effettuato nella Sede di corso Siracusa 10/A Torino.

    Ambiti del nostro prossimo CATALOGO formativo

     

    • IMPIANTI - DIVENTA ARTIGIANO CERTIFICATO in ambito FER (Fonti Energie Rinnovabili);

     

    • INFORMATICA (il Cittadino digitale, uso del pc, hw - sw e reti, programmazione);

     

    • LINGUA ITALIANA per Immigrati e Lingue europee;

     

    • Contabilità & Amministrazione (in ambito aziendale);

     

    • Comunicazione & Marketing (sw ADOBE ed applicazioni)

     

    • Tecnologie (predictive mantenace, digital fabrication, IoT, microcontrollori);

     

    Mentre abbiamo iscrizioni aperte, fino al 18 settembre, sui seguenti due corsi.

     

    Progettazione impianti green con Autocad, Revit ed Edilclima - CORSO GRATUITO [226h totali di cui 96h di STAGE] – Iscrizioni aperte

    Tecniche AVANZATE di comunicazione Mediale (130h Corso)

    – Iscrizioni aperte

     

    AVVISO FONDIMPRESA  Avviso 1/2020 - Competitività (scadenza ore 13.00 del 27 Ottobre 2020)

    Requisiti di partecipazione

    - almeno 8 (otto) aziende aderenti a Fondimpresa;

    - almeno 80 destinatari  della formazione

    Almeno il 50% dei lavoratori  provenienti da imprese iscritte a Fondimpresa,

    Almeno il 10% dei lavoratori provenienti da aziende che, da 1/1/2007, non hanno mai partecipato con propri dipendenti ad azioni formative di Sistema.

    Finanziamento Massimo del piano 400.000€

    Beneficiari

    Le imprese:

    • aderenti a Fondimpresa
    • in possesso delle credenziali di accesso al portale Fondimpresa.it
    • in possesso di firma digitale
    • con saldo attivo disponibile in conto formazione
    • che non hanno beneficiato di piani finanziati sull’Avviso 4/2018 di Fondiompresa

     

    Destinatari

    I lavoratori per cui si è versato il contributo integrativo dello 0,30% a Fondimpresa, compresi:

    • gli apprendisti
    • i lavoratori in cassa integrazione guadagni e i lavoratori con contratti di solidarietà purché vi sia la finalità di reinserimento

     

    S.T.& T. Srl Smart Training & Technologies EIPOINT SMART è un centro autorizzato riconosciuto dall'Univesità MERRCATORUM.

    L'Università Telematica Mercatorum è l'Università di tutte le Aziende Italiane

    La prima Startup University tutta italiana, caratterizzata da diversi percorsi accademici, tutti all’insegna dell’innovazione. Si tratta della prima partnership pubblico-privata per la governance di un’istituzione universitaria, che nasce con l’obiettivo di assumere la leadership nella formazione delle imprese.

    S.T.& T. Srl Smart Training & Technologies Codice: ECP TECHNOLOGIES è un centro autorizzato riconosciuto dall'Univesità Pegaso.

    L'Università Telematica Pegaso si impegna a offrire una vasta offerta formativa comprensiva di corsi di laurea triennali e magistrali online riconosciuti a livello accademico in grado di coprire le esigenze educative dello studente universitario moderno.

    I percorsi didattici sono costantemente aggiornati per formare le figure professionali più richieste dal mercato del lavoro e per fornire competenze pratico-teoriche tipiche delle aree del sapere economico-aziendale, giuridico, umanistico, scientifico, biomedico e psicopedagogico.

    I Diisocianati sono dei composti chimici ormai di ampio utilizzo in numerose industrie per la produzione di una vasta gamma di materiali e prodotti di utilizzo quotidiano e di cantiere.

    La loro natura li rende particolarmente pericolosi per la salute. Pertanto sono stati definiti nuovi gli obblighi per la sicurezza sul lavoro a seguito di una recente normativa europea ha regolamento per l'utilizzo ed obblighi.

    Allegato XVII del REACh (Regolamento CE n. 1907/2006), introducendo importanti restrizioni riguardanti l'uso e la commercializzazione dei diisocianati a cui le aziende dovranno attenersi, primo tra tutti il divieto di immettere sul mercato sostanze contenenti diisocianati che ha avuto inizio il 24 febbraio del 2022, e riguarda tutte le sostanze contenenti diisocianati ad eccezione dei composti la cui concentrazione, singola o combinata, sia inferiore allo 0,1% in peso

    In particolare "A partire dal 24 agosto 2023 l'uso industriale o professionale è consentito solo dopo aver ricevuto una formazione adeguata"

    Durata dei corsi

    Corso Diisoicianati Livello Generale: 2 ore

    Corso Diisocianati Livello Intermedio: 3 ore

    Corso Diisocianati Livello Avanzato: 4 ore

    La formazione ha validità quinquennale e deve essere AGGIORNATA

    I Diisocianati sono dei composti chimici ormai di ampio utilizzo in numerose industrie per la produzione di una vasta gamma di materiali e prodotti di utilizzo quotidiano e di cantiere.

    La loro natura li rende particolarmente pericolosi per la salute. Pertanto sono stati definiti nuovi gli obblighi per la sicurezza sul lavoro a seguito di una recente normativa europea ha regolamento per l'utilizzo ed obblighi.

    Allegato XVII del REACh (Regolamento CE n. 1907/2006), introducendo importanti restrizioni riguardanti l'uso e la commercializzazione dei diisocianati a cui le aziende dovranno attenersi, primo tra tutti il divieto di immettere sul mercato sostanze contenenti diisocianati che ha avuto inizio il 24 febbraio del 2022, e riguarda tutte le sostanze contenenti diisocianati ad eccezione dei composti la cui concentrazione, singola o combinata, sia inferiore allo 0,1% in peso

    In particolare "A partire dal 24 agosto 2023 l'uso industriale o professionale è consentito solo dopo aver ricevuto una formazione adeguata"

    Durata dei corsi

    Corso Diisoicianati Livello Generale: 2 ore

    Corso Diisocianati Livello Intermedio: 3 ore

    Corso Diisocianati Livello Avanzato: 4 ore

    La formazione ha validità quinquennale e deve essere AGGIORNATA

    I Diisocianati sono dei composti chimici ormai di ampio utilizzo in numerose industrie per la produzione di una vasta gamma di materiali e prodotti di utilizzo quotidiano e di cantiere.

    La loro natura li rende particolarmente pericolosi per la salute. Pertanto sono stati definiti nuovi gli obblighi per la sicurezza sul lavoro a seguito di una recente normativa europea ha regolamento per l'utilizzo ed obblighi.

    Allegato XVII del REACh (Regolamento CE n. 1907/2006), introducendo importanti restrizioni riguardanti l'uso e la commercializzazione dei diisocianati a cui le aziende dovranno attenersi, primo tra tutti il divieto di immettere sul mercato sostanze contenenti diisocianati che ha avuto inizio il 24 febbraio del 2022, e riguarda tutte le sostanze contenenti diisocianati ad eccezione dei composti la cui concentrazione, singola o combinata, sia inferiore allo 0,1% in peso

    In particolare "A partire dal 24 agosto 2023 l'uso industriale o professionale è consentito solo dopo aver ricevuto una formazione adeguata"

    Il corso è rivolto a chi ha già conseguito l’attestato per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), ed è stato eletto e designato all’interno dell’azienda (con più di 50 dipendenti) in cui svolge tale ruolo.

    Il corso verrà svolto presso la nostra sede di corso Sircusa 10 - Torino in sicurezza, seguendo tutti i protocolli anti-covid.

    Qualora però l'andamento dell'emergenza sanitaria lo richiedesse, il corso sarà effettuato in diretta streaming, tramite la nostra piattaforma.

    Il lavoratore eletto dagli altri dipendenti in qualità di loro rappresentante (RLS) deve frequentare un corso di 32 ore, che a fronte le diverse tematiche nell'ambito della sicurezza nei luoghi di lavoro, ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

    Tale corso andrà infatti a trattare i vari easpetti, normativi-giuridici, le principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi in modo da fornire adeguate conoscenze circa i rischi lavorativi esistenti negli ambiti in cui esercita la propria attività.

    Inoltre il programma del corso è stato integrato per affrontare anche gli aspetti specifici della gestione del rischio da COVID-19, così da trattare anche i contenuti dei protocolli nazionali anti-contagio.

    Il corso è rivolto a chi ha già conseguito l’attestato per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), ed è stato eletto e designato all’interno dell’azienda (con più di 50 dipendenti) in cui svolge tale ruolo.

    Il corso verrà svolto presso la nostra sede di corso Sircusa 10 - Torino in sicurezza, seguendo tutti i protocolli anti-covid.

    Qualora però l'andamento dell'emergenza sanitaria lo richiedesse, il corso sarà effettuato in diretta streaming, tramite la nostra piattaforma.

    Il lavoratore eletto dagli altri dipendenti in qualità di loro rappresentante (RLS) deve frequentare un corso di 32 ore, che affronte le diverse tematiche nell'ambito della sicurezza nei luoghi di lavoro, ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

    Tale corso andrà infatti a trattare i vari easpetti, normativi-giuridici, le principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi in modo da fornire adeguate conoscenze circa i rischi lavorativi esistenti negli ambiti in cui esercita la propria attività.

    Inoltre il programma del corso è stato integrato per affrontare anche gli aspetti specifici della gestione del rischio da COVID-19, così da trattare anche i contenuti dei protocolli nazionali anti-contagio.

    SEMINARIO PER LA PREVENZIONE CONTRO IL COVID-19: DISPOSIZIONI ED OBBLIGATORIETÀ PER LA RIPRESA PRODUTTIVA 

    NOTA: “Si comunica che a fronte dell’alto numero di adesioni al Seminario in Streaming, le iscrizioni sono state chiuse dal 26 aprile 2020 alle ore 09.00.

    Qualora però qualcuno fosse interessato a ricevere la registrazione di tale evento (che sarà disponibile dal 04/05/2020), potrà comunque iscriversi. Riceverà un link dove poter accedere ai video.  Ringraziamo per la collaborazione”

    Il contesto

    Il seminario a partire dalle più recenti disposizioni governative ……… ed accordi sindacato - governo - parti datoriali (del 24/04/2020), ha l’obiettivo di interpretare ed approfondire gli aspetti legislativi introdotti dal governo, ed approvati dal parlamento. Il seminario affronta anche le tematiche legate ale disposizioni delle task force attive in Italia (documento Colao, disposizioni legate alla APP “immuni”, disposizione della Regione Piemonte.

    Corso di Qualificazione degli addetti all'esecuzione dei lavori elettrici  (PES/PAV) ai sensi del D.Lgs. 81/08

    Disposizioni legislative in materia di sicurezza;

    Norme tecniche di riferimento per l´esercizio e la manutenzione degli impianti elettrici;

    Figure, ruoli e responsabilità;

    Valutazione dei rischi e misure di prevenzione e protezione;

    Shock ed arco elettrico: effetti sul corpo umano;

    Cenni di pronto soccorso;

    Attrezzature e dispositivi di protezione individuali;

    Trasmissione e scambio di informazioni;

    Documentazione di supporto;

    Corretta metodologia per l´esecuzione dei:

    - lavori elettrici fuori tensione

    - lavori elettrici in prossimità

    - lavori elettrici sotto tensione

    Durante il corso  (della durata di 24 ore), dopo la parte introduttiva e "teorica",  con la metodologia del learning by doing, saranno sviluppati casi di studio concreti rispetto alle richieste degli iscritti. I casi di studio saranno finalizzati alla redazione dei documenti riferiti a singole situazioni presentate durante il corso ed inquadrate dagli iscritti stessi.

    OBIETTIVI

    Cenni generali alle norme di riferimento GDPR 679/2016 e Direttiva Privacy
    • Valutazione dell’impatto della protezione dei dati all’interno di un contesto aziendale
    • Conoscenza generale del ruolo e delle responsabilità del DPO
    • Overview sui principali sistemi di gestione e sulla certificazione di conformità al GDPR
    • Cenni generali alla gestione dell’Audit

    Schema generale del corso

    üPrincipi generali

    üI diritti degli interessati

    üGli adempimenti

    üIl DPO

    üLe figure soggettive

    üLa cooperazione e la coerenza

    üResponsabilità e sanzioni

    üLa norma UNI 11697

    üIl decreto legislativo di adeguamento al GDPR

     

     

     

     

    Il corso di Primo Soccorso di 12 ore viene svolto secondo quanto previsto dal DM 388/03

    Il programma del corso prevede anche un aggiornamento in merito al COVID-19

    Il corso è rivolto a coloro che sono stati designati dal datore di lavoro per lo svolgimento delle attività di prevenzione e lotta antincendio, gestione delle emergenze e di evacuazione in caso di pericolo grave ed immedia­to. Il corso è anche rivolto ai datori di lavoro che svolgono direttamente tali compiti.

    Il corso è rivolto a coloro che sono stati designati dal datore di lavoro per lo svolgimento delle attività di prevenzione e lotta antincendio, gestione delle emergenze e di evacuazione in caso di pericolo grave ed immedia­to. Il corso è anche rivolto ai datori di lavoro che svolgono direttamente tali compiti.

    Il lavoratore dovrà affrontare il corso di aggiornamento sulla sicurezza sul lavoro per i lavoratori ogni 5 anni.

    L'aggiornamento  è obbligatorio per tutti i lavoratori di qualsiasi settore ATECO. 

    Per seguire i corsi online è sufficiente registrarsi gratuitamente sulla piattaforma di formazione online.

    Quindi selezionare il corso di aggiornamento per lavoratori e attivare la registrazione di interesse.

    La procedura SCORM registrerà gli accessi degli iscritti anbilitati monitorando le ore effettivamente fruite, delle registrazione del corso.

    Sarà quindi possibile  affrontare il quiz finale che certifica l’avvenuta formazione.

    A questo punto verrà rilasciato l'attestato valido per legge.

    Il corso prevede 12 ore di formazione specifica, ai sensi dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 (e successivi richiami Acc. del 07.07.16).  

    Destinatari: lavoratori di aziende a rischio alto.

     

    Il corso si sviluppa in due moduli: formazione generale di 4 ore e formazione specifica di 12 ore, come previsto dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 (e successivi richiami Acc. del 07.07.16).  

    Destinatari: lavoratori di aziende a rischio alto.

     

    Il corso si sviluppa in due moduli: formazione generale di 4 ore e formazione specifica di 12 ore, come previsto dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 (e successivi richiami Acc. del 07.07.16).  

    Destinatari: lavoratori di aziende a rischio alto.

     

    Aggiornamento per preposti e lavoratori, addetti alle attività di pianificazione, controllo e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgano in presenza di traffico veicolare

    PREMESSA: L’Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 obbliga i datori di lavoro a organizzare la formazione dei lavoratori con un corso di base di 4 ore. Il Corso in modalità E-Learning Formazione Lavoratori conforme all’art. 37 del D. Lgs. 81/08 e all’Accordo Stato Regioni del 21/12/11, ha una durata di 4 ore. Per queste 4 ore di formazione è permessa la fruizione in FaD asincrona. Chi frequenta il cororso protrà anche partecipare alla DIRETTA STreaming con gli AUtori della FaD, per un approfondimento e confronto specifico 

    DESTINATARI: Lavoratori definiti secondo l’art.2 del Dlgs 81/08                                                    

    OBIETTIVI: L'obiettivo della formazione generale dei lavoratori, nel rispetto dell'Accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012, è quello di fornire conoscenze generali sui concetti di danno, rischio, prevenzione, fornire conoscenze rispetto alla legislazione e agli organi di vigilanza in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Il corso rappresenta il percorso di formazione ai sensi dell'art 37 comma 2 del Dlgs 81/08 e disciplinato nei contenuti dall'Accordo Stato Regioni in vigore dal 26/01/12 per tutti i lavoratori impiegati in azienda.

    La formazione, secondo l’Accordo Stato Regioni consente ai lavoratori di conoscere, nel dettaglio i concetti di rischio, danno, prevenzione e i relativi comportamenti da adottare al fine di tutelare la propria sicurezza e salute e quella dei propri colleghi. Per il completamento del percorso formativo, ai sensi dell'art 37 comma 2 del Dlgs 81/08, è necessario fruire dei successivi moduli di formazione specifica con durata in funzione del rischio relativo alla mansione.

    La partecipazione e la frequenza sono monitorate secondo gli standard SCORM. Le lezioni sono fruibili tramite accesso con user e psw, e verranno integrate da una formazione in streaming (quindi live) gestita dagli Autori della FaD. Gli appuntamenti  per tutti gli iscritti al corso sono programmati per le date sotto indicate. Date ed orari saranno confermati a tutti gli iscritti al corso entro la settimana precedente la loro effettuazione.

    Il corso si sviluppa in due moduli: formazione generale di 4 ore e formazione specifica di 4 ore, come previsto dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.  

    Destinatari: lavoratori di aziende a rischio basso.

    Il corso si sviluppa in due moduli: formazione generale di 4 ore e formazione specifica di 8 ore, come previsto dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011.  

    Destinatari: lavoratori di aziende a rischio medio.

    Il corso si sviluppa in due moduli: formazione generale di 4 ore e formazione specifica di 12 ore, come previsto dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011 (e successivi richiami Acc. del 07.07.16).  

    Destinatari: lavoratori di aziende a rischio alto.

     

    RICONOSCIUTO  dalla REGIONE PIEMONTE

    30 ORE

    Il percorso formativo è finalizzato a fornire la preparazione necessaria per conseguire l’abilitazione professionale di responsabile del controllo e coordinamento delle attivita’ manutentive dei materiali contenenti amianto e redattore piani di manutenzione e controllo, così come prevista dall’articolo 10 lettera h della legge n. 257 del 27 marzo 1992 (Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto) secondo i dettami del DPR dell'8 agosto 1994, del DM 6 settembre 1994 e dell'art. 258 D.lgs 81/2008.

    I percorsi formativi sono aggiornati secondo i dettami del DPR dell'8 agosto 1994, del DM 6 settembre 1994 e dell'art. 258 D.lgs 81/2008, ed alla DGR 13 - 4341 del 12/12/2016.

    L’aggiornamento per i Profili professionali è previsto dalla  Deliberazione della Giunta Regionale 12 dicembre 2016, n. 13-4341 DCR n. 124-7279 del 1 marzo 2016. Attuazione del Piano Regionale Amianto per quanto riguarda i programmi formativi e le modalità di svolgimento dei corsi degli operatori che effettuano attività di bonifica, smaltimento dell'amianto, controllo e manutenzione. I soggetti formatori abilitati a erogare l’aggiornamento sono i medesimi abilitati a erogare i corsi di formazione.

    La durata dell’aggiornamento è di 6 ore ogni 5 anni come previsto dalla DGR n.13 -4341 del 16 Dicembre 2016.

    RICONOSCIUTO dalla REGIONE PIEMONTE

    Afferiscono a questo profilo gli operai che svolgono attività relative alla rimozione, lo smaltimento e la bonifica dei
    coibentanti e dei manufatti contenenti amianto, utilizzando strumenti, impianti, apparecchiature ed attrezzature
    specifiche. Il corso viene svolto ai sensi della DGR 13-4341 del 12/12/2016.

    36 ORE

    RICONOSCIUTO  dalla REGIONE PIEMONTE

    30 ORE

    Il percorso formativo è finalizzato a fornire la preparazione necessaria per conseguire l’abilitazione professionale di responsabile del controllo e coordinamento delle attivita’ manutentive dei materiali contenenti amianto e redattore piani di manutenzione e controllo, così come prevista dall’articolo 10 lettera h della legge n. 257 del 27 marzo 1992 (Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto) secondo i dettami del DPR dell'8 agosto 1994, del DM 6 settembre 1994 e dell'art. 258 D.lgs 81/2008.

    Progetto: Percorsi di Bioedilizia (in pillole)

    La bioedilizia è un approccio architettonico secondo il quale la progettazione, la costruzione e la gestione di un edificio devono rispettare i principi della sostenibilità ambientale e dell'economia circolare. In accordo con il Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR). “Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica”

    Lezione 3  - IL PROGETTO DEL CAPPOTTO. Esempi finalizzati al Super ecobonus 110%

    Progetto: Percorsi di Bioedilizia (in pillole)

    La bioedilizia è un approccio architettonico secondo il quale la progettazione, la costruzione e la gestione di un edificio devono rispettare i principi della sostenibilità ambientale e dell'economia circolare. In accordo con il Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR). “Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica”

    Lezione2  - IL MODELLO ENERGETICO. Esempi finalizzati al Super ecobonus 110%

     

    Il percorso sulla E.mobily ha come obiettivo quello di fornire una visione quanto più completa possibile sui nuovi scenari della mobilità elettrica. La sua valenza divulgativa, tuttavia, non tralascia alcuni dettagli più tecnici, che possono rendersi utili ai professionisti del settore. Il percorso E.mobility nel suo complesso è suddiviso in Moduli, a loro volta articolati  in lezioni, formate da ITEM della durata di circa 20 minuti cadauno, che terminano con un test di auto-valutazione. Nel seguito Il Modulo 4 - L’auto elettrica: logica ed attuazione

    Pillole di e-learning è un progetto di formazione che  prevede  di abbinare alla FaD asincrona, la FaD sincrona (lezioni in streaming) in ragione di 1h di video streaming circa per ogni 4, 8 o 10 ore di FaD “tradizionale/asincrona”

    La  FaD “tradizionale/asincrona” è formata di testi PDF e slide e di registrazioni dell’Autore (accompagnate anche da filmati e/o simulazioni di approfondimento, etc…)

    La parte di streaming sono delle vere e proprie lezioni pensate per completare e/o a sistematizzare le conoscenze di base date come prerequisito.

    La parte in streaming, è a pagamento. Essa è finalizzata a chi è interessato ad un incontro con L’Autore. La parte in streaming è calendarizzata su appuntamenti fissati di mese in mese e confermati in prossimità dell’evento. Lo streaming è tenuto dal/dai autore/i (in quanto gli autori possono essere più di uno anche sullo stesso argomento).

    Il target del progetto “pillole di e-learning” è costituito da professionisti in generale che lavorano sul campo, professionisti junior, od anche senior che necessitano di aggiornamento o riqualificazione professionale.

    Pertanto le pillole poggiano su un substrato di conoscenza derivante da corsi universitari, di istruzione e di formazione, ma che affrontano le tematiche della professione a partire da casi di studio, progetti concreti e soluzioni professionali.

    Gli Autori del progetto sono professionisti con competenze pluriennali o docenti universitari.

    PROGRAMMA

    Durata delle registrazioni [ all'incirca 11h 34m 53s]

    Il programma, registrato e realizzato negli anni  2010-12, si ricollega ai temi del DPR 75/2013 ed è compatibile con i temi della  preparazione all’esame per Certificatore Energetico, di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 75, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 giugno 2013

    - Dlgs.192/2005

    - DM 26/06/2015

    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151

    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182

    Pillole di e-learning è un progetto di formazione che  prevede  di abbinare alla FaD asincrona, la FaD sincrona (lezioni in streaming) in ragione di 1h di video streaming circa per ogni 4, 8 o 10 ore di FaD “tradizionale/asincrona”

    La  FaD “tradizionale/asincrona” è formata di testi PDF e slide e di registrazioni dell’Autore (accompagnate anche da filmati e/o simulazioni di approfondimento, etc…)

    La parte di streaming sono delle vere e proprie lezioni pensate per completare e/o a sistematizzare le conoscenze di base date come prerequisito.

    La parte in streaming, è a pagamento. Essa è finalizzata a chi è interessato ad un incontro con L’Autore. La parte in streaming è calendarizzata su appuntamenti fissati di mese in mese e confermati in prossimità dell’evento. Lo streaming è tenuto dal/dai autore/i (in quanto gli autori possono essere più di uno anche sullo stesso argomento).

    Il target del progetto “pillole di e-learning” è costituito da professionisti in generale che lavorano sul campo, professionisti junior, od anche senior che necessitano di aggiornamento o riqualificazione professionale.

    Pertanto le pillole poggiano su un substrato di conoscenza derivante da corsi universitari, di istruzione e di formazione, ma che affrontano le tematiche della professione a partire da casi di studio, progetti concreti e soluzioni professionali.

    Gli Autori del progetto sono professionisti con competenze pluriennali o docenti universitari.

    Durata delle registrazioni [ all'incirca [18h 57m 20s]

    Il programma, registrato e realizzato negli anni  2010-12, si ricollega ai temi del DPR 75/2013 ed è compatibile con i temi della  preparazione all’esame per Certificatore Energetico, di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 75, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 giugno 2013

    - Dlgs.192/2005

    - DM 26/06/2015

    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151

    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182

    Pillole di e-learning è un progetto di formazione che  prevede  di abbinare alla FaD asincrona, la FaD sincrona (lezioni in streaming) in ragione di 1h di video streaming circa per ogni 4, 8 o 10 ore di FaD “tradizionale/asincrona”

    La  FaD “tradizionale/asincrona” è formata di testi PDF e slide e di registrazioni dell’Autore (accompagnate anche da filmati e/o simulazioni di approfondimento, etc…)

    La parte di streaming sono delle vere e proprie lezioni pensate per completare e/o a sistematizzare le conoscenze di base date come prerequisito.

    La parte in streaming, è a pagamento. Essa è finalizzata a chi è interessato ad un incontro con L’Autore. La parte in streaming è calendarizzata su appuntamenti fissati di mese in mese e confermati in prossimità dell’evento. Lo streaming è tenuto dal/dai autore/i (in quanto gli autori possono essere più di uno anche sullo stesso argomento).

    Il target del progetto “pillole di e-learning” è costituito da professionisti in generale che lavorano sul campo, professionisti junior, od anche senior che necessitano di aggiornamento o riqualificazione professionale.

    Pertanto le pillole poggiano su un substrato di conoscenza derivante da corsi universitari, di istruzione e di formazione, ma che affrontano le tematiche della professione a partire da casi di studio, progetti concreti e soluzioni professionali.

    Gli Autori del progetto sono professionisti con competenze pluriennali o docenti universitari.

    Durata delle registrazioni [circa 8h 41m 30s]

    Il programma, registrato e realizzato negli anni  2010-12, si ricollega ai temi del DPR 75/2013 ed è compatibile con i temi della  preparazione all’esame per Certificatore Energetico, di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013, n. 75, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 giugno 2013

    - Dlgs.192/2005

    - DM 26/06/2015

    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151

    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182

    Il progetto pillole  prevede  di abbinare alla FaD asincrona, anche quella sincrona (lezioni in streaming) in ragione di 1h di video streaming circa per ogni 4, 8 o 10 ore di FaD “tradizionale/asincrona”

    La  FaD “tradizionale/asincrona” è formata di testi PDF e slide e di registrazioni dell’Autore (accompagnate anche da filmati e/o simulazioni di approfondimento, etc…)

    La parte di streaming sono delle vere e proprie lezioni pensate per completare e/o a sistematizzare le conoscenze di base date come prerequisito.

    La parte in streaming, è a pagamento. Essa è finalizzata a chi è interessato ad un incontro con L’Autore. La parte in streaming è calendarizzata su appuntamenti fissati di mese in mese e confermati in prossimità dell’evento. Lo streaming è tenuto dal/dai autore/i (in quanto gli autori possono essere più di uno anche sullo stesso argomento).

    Il target del progetto “pillole di e-learning” è costituito da professionisti in generale che lavorano sul campo, professionisti junior, od anche senior che necessitano di aggiornamento o riqualificazione professionale.

    Pertanto le pillole poggiano su un substrato di conoscenza derivante da corsi universitari, di istruzione e di formazione, ma che affrontano le tematiche della professione a partire da casi di studio, progetti concreti e soluzioni professionali.

    Gli Autori del progetto sono professionisti con competenze pluriennali o docenti universitari.

    Descrizione

    Pillole di e-learning è un progetto di formazione che  prevede  di abbinare alla FaD asincrona, la FaD sincrona (lezioni in streaming) in ragione di 1h di video streaming circa per ogni 4, 8 o 10 ore di FaD “tradizionale/asincrona”

    La  FaD “tradizionale/asincrona” è formata di testi PDF e slide e di registrazioni dell’Autore (accompagnate anche da filmati e/o simulazioni di approfondimento, etc…)

    La parte di streaming sono delle vere e proprie lezioni pensate per completare e/o a sistematizzare le conoscenze di base date come prerequisito.

    La parte in streaming, è a pagamento. Essa è finalizzata a chi è interessato ad un incontro con L’Autore. La parte in streaming è calendarizzata su appuntamenti fissati di mese in mese e confermati in prossimità dell’evento. Lo streaming è tenuto dal/dai autore/i (in quanto gli autori possono essere più di uno anche sullo stesso argomento).

    Il target del progetto “pillole di e-learning” è costituito da professionisti in generale che lavorano sul campo, professionisti junior, od anche senior che necessitano di aggiornamento o riqualificazione professionale.

    Pertanto le pillole poggiano su un substrato di conoscenza derivante da corsi universitari, di istruzione e di formazione, ma che affrontano le tematiche della professione a partire da casi di studio, progetti concreti e soluzioni professionali.

    Gli Autori del progetto sono professionisti con competenze pluriennali o docenti universitari.

    Progetto: Percorsi di Bioedilizia (in pillole)

    Lezione1 - L'EDIFICIO in REVIT. Esempi finalizzati al Super ecobonus 110%

    La bioedilizia è un approccio architettonico secondo il quale la progettazione, la costruzione e la gestione di un edificio devono rispettare i principi della sostenibilità ambientale e dell'economia circolare. In accordo con il Piano Nazionale Ripresa e Resulienza (PNRR). “Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica”

    INTERAZIONE CON I SOFTWARE BIM

    Il progetto pillole  prevede  di abbinare alla FaD asincrona, anche quella sincrona (lezioni in streaming) in ragione di 1h di video streaming circa per ogni 4, 8 o 10 ore di FaD “tradizionale/asincrona”

    La  FaD “tradizionale/asincrona” è formata di testi PDF e slide e di registrazioni dell’Autore (accompagnate anche da filmati e/o simulazioni di approfondimento, etc…)

    La parte di streaming sono delle vere e proprie lezioni pensate per completare e/o a sistematizzare le conoscenze di base date come prerequisito.

    La parte in streaming, è a pagamento. Essa è finalizzata a chi è interessato ad un incontro con L’Autore. La parte in streaming è calendarizzata su appuntamenti fissati di mese in mese e confermati in prossimità dell’evento. Lo streaming è tenuto dal/dai autore/i (in quanto gli autori possono essere più di uno anche sullo stesso argomento).

    Il target del progetto “pillole di e-learning” è costituito da professionisti in generale che lavorano sul campo, professionisti junior, od anche senior che necessitano di aggiornamento o riqualificazione professionale.

    Pertanto le pillole poggiano su un substrato di conoscenza derivante da corsi universitari, di istruzione e di formazione, ma che affrontano le tematiche della professione a partire da casi di studio, progetti concreti e soluzioni professionali.

    Gli Autori del progetto sono professionisti con competenze pluriennali sia sull’uso degli applicativi sia sulla realizzazione di progetti.

     Riferimenti legislativi

    - Dlgs.192/2005
    - DPR 75/2013
    - DM 26/06/2015
    - D.G.R. n. 14‐2119 del 21/09/2015 rettificata dalla D.G.R. 24‐2360 del 02/11/20151
    - DGR 43‐8097 del 14/12/20182


    Premessa

    Questa sessione è relativa al corso 3D_Studio Max  in streaming fruibile anche singolarmente. La stessa lezione è anche  la logica prosecuzione del corso su 3Dstudio Max fruibile in FaD. Sotto il dettaglio del progetto

    Il corso eD_studio Max è suddiviso in due parti distinte FaD asincrona (lezioni audio e video registrate), e FaD sincrona (da fruire in steaming). L'utente esperto potrà accedere alla lezione Live (streaming) nelle date programmate. L'utente che necessità di formazione seguirà il percorso (cadenzato in moduli da fruire sequanzialmente).

    L’iscrizione al corso in FaD da diritto sia alla fruizione (ripetuta) delle lezioni registrate, sia alla partecipazione alla sessione in streaming con l'Autore dell’opera per gli approfondimenti utili o necessari.

    Pertanto la parte di streaming sono delle vere e proprie lezioni in video conferenza live interattiva ed in diretta rivolte agli iscritti al corso e che hanno visionato la FaD “tradizionale/asincrona”.  La durata programmata dello streaming  è di 3h di video conferenza live orientata all’approfondimento delle 6h ore di FaD Asincrona (5 ore di video + 1 di slides ).

    La parte in streaming (separata dalal FaD sincrona) è calendarizzata su appuntamenti fissati di mese in mese e confermati in prossimità dell’evento.

    Sia la FaD sincrona che qualla Asincrona è fruibili in tutta Italia. e gestita da piattaforma valida per il riconoscimento dei crediti per i professionisti.

    L'accesso alla FaD asincrona non è condizionato ad orari prestabiliti ed è tracciata dallo standard SCORM al fine di poter rilasciare tracciato e certificazione "riconosciuta secondo gli standar europei" della fuizione del percorso.

    I percorsi di FaD sincrona ed asincrona, si avvalgono delle piattaforme bbb (Big Blue Botton) e Moodle.

    Obiettivi

    l corso, è rivolto a chiunque intende avvicinarsi per la prima volta alla modellazione tridimensionale con 3D Studio Max

    Si inizia dalla conoscenza degli elementi di base, si passa alla modellazione tridimensionale con 3D Studio Max, fino alla renderizzazione di alcune scene.

    Le lezioni si svolgono in un ordine logico così da guidare gli iscritti, dalla ideazione di alcuni oggetti semplici, passando per la  modellazione poligonale, dall'impostazione di una scena con luci e materiali, fino alla realizzazione di un render fotorealistico.

    Durante le lezioni iniziali vengono mostrati gli strumenti e le impostazioni di base del software e durante tutto il percorso saranno presenti lezioni di approfondimento sugli strumenti e sui modificatori.

    Per il render verranno utilizzati i motori di rendering Art Render e V-Ray.

    Per quanto riguarda i materiali e i modelli verrà privilegiato l’ambito architettonico come evidenziato nel programma allegato.

    Il percorso sulla E.mobily ha come obiettivo quello di fornire una visione quanto più completa possibile sui nuovi scenari della mobilità elettrica. La sua valenza divulgativa, tuttavia, non tralascia alcuni dettagli più tecnici, che possono rendersi utili ai professionisti del settore. Il percorso E.mobility nel suo complesso è suddiviso in Moduli, a loro volta articolati  in lezioni, formate da ITEM della durata di circa 20 minuti cadauno, che terminano con un test di auto-valutazione. Nel seguito . Il Modulo 6. su Modulo 6 – Sistema Elettrico e Contesto del “Vehicle to X” (V2X)

    Premessa

    Il corso 3D_studio Max è suddiviso in due parti distinte FaD asincrona (lezioni audio e video registrate), e FaD sincrona (da fruire in steaming ). le due parti sono separate e disgiunte.

    L'utente esperto potrà accedere alla lezione Live (streaming) nelle date programmate ed a seguito di specifica conferma di incontro con l'Autore.

    L'utente che necessità di formazione di base seguirà il percorso registrato  (cadenzato in moduli da fruire sequanzialmente).

    L’iscrizione al corso in FaD da diritto  alla fruizione (ripetuta) delle lezioni registrate la cui durata è di 5 ore di video + 1 di apprendimento tramite  slides.

    La partecipazione alla sessione in streaming con l'Autore dell’opera per gli approfondimenti utili o necessari è da considerarsi separata e comporta un costo aggiuntivo.

    Pertanto la parte di streaming sono delle vere e proprie lezioni in video conferenza live interattiva ed in diretta rivolte agli iscritti al corso e che hanno visionato la FaD “tradizionale/asincrona”. 

    La durata programmata dello streaming  è di 2h di video conferenza live orientata all’approfondimento della FaD Asincrona

    La parte in streaming (separata dalal FaD sincrona) è calendarizzata su appuntamenti fissati di mese in mese e confermati in prossimità dell’evento.

    Sia la FaD sincrona che qualla Asincrona è fruibili in tutta Italia. e gestita da piattaforma valida per il riconoscimento dei crediti per i professionisti.

    L'accesso alla FaD asincrona non è condizionato ad orari prestabiliti ed è tracciata dallo standard SCORM al fine di poter rilasciare tracciato e certificazione "riconosciuta secondo gli standar europei" della fuizione del percorso.

    I percorsi di FaD sincrona ed asincrona, si avvalgono delle piattaforme bbb (Big Blue Botton) e Moodle.

    Obiettivi

    l corso, è rivolto a chiunque intende avvicinarsi per la prima volta alla modellazione tridimensionale con 3D Studio Max

    Si inizia dalla conoscenza degli elementi di base, si passa alla modellazione tridimensionale con 3D Studio Max, fino alla renderizzazione di alcune scene.

    Le lezioni si svolgono in un ordine logico così da guidare gli iscritti, dalla ideazione di alcuni oggetti semplici, passando per la  modellazione poligonale, dall'impostazione di una scena con luci e materiali, fino alla realizzazione di un render fotorealistico.

    Durante le lezioni iniziali vengono mostrati gli strumenti e le impostazioni di base del software e durante tutto il percorso saranno presenti lezioni di approfondimento sugli strumenti e sui modificatori.

    Per il render verranno utilizzati i motori di rendering Art Render e V-Ray.

    Per quanto riguarda i materiali e i modelli verrà privilegiato l’ambito architettonico come evidenziato nel programma allegato.

    Il percorso sulla E.mobily ha come obiettivo quello di fornire una visione quanto più completa possibile sui nuovi scenari della mobilità elettrica. La sua valenza divulgativa, tuttavia, non tralascia alcuni dettagli più tecnici, che possono rendersi utili ai professionisti del settore. Il percorso E.mobility nel suo complesso è suddiviso in Moduli, a loro volta articolati  in lezioni, formate da ITEM della durata di circa 20 minuti cadauno, che terminano con un test di auto-valutazione. Nel seguito . Il Modulo 1. su L’elettrificazione del Settore Trasporti

    Il percorso sulla E.mobily ha come obiettivo quello di fornire una visione quanto più completa possibile sui nuovi scenari della mobilità elettrica. La sua valenza divulgativa, tuttavia, non tralascia alcuni dettagli più tecnici, che possono rendersi utili ai professionisti del settore. Il percorso E.mobility nel suo complesso è suddiviso in Moduli, a loro volta articolati  in lezioni, formate da ITEM della durata di circa 20 minuti cadauno, che terminano con un test di auto-valutazione. Nel seguito . Il Modulo 3. su "Il veicolo elettrico come carico: gli elementi della ricarica elettrica e casi studio"

    Il percorso sulla E.mobily ha come obiettivo quello di fornire una visione quanto più completa possibile sui nuovi scenari della mobilità elettrica. La sua valenza divulgativa, tuttavia, non tralascia alcuni dettagli più tecnici, che possono rendersi utili ai professionisti del settore. Il percorso E.mobility  nel suo complesso è suddiviso in Moduli, a loro volta articolati  in lezioni, formate da ITEM della durata di circa 20 minuti cadauno, che terminano con un test di auto-valutazione. Nel seguito  Il Modulo 2 – Integrazione del Veicolo con l’impianto Fotovoltaico in una Rete Domestica costiusce il secondo step del progetto

    Il percorso sulla E.mobily ha come obiettivo quello di fornire una visione quanto più completa possibile sui nuovi scenari della mobilità elettrica. La sua valenza divulgativa, tuttavia, non tralascia alcuni dettagli più tecnici, che possono rendersi utili ai professionisti del settore. Il percorso E.mobility nel suo complesso è suddiviso in Moduli, a loro volta articolati  in lezioni, formate da ITEM della durata di circa 20 minuti cadauno, che terminano con un test di auto-valutazione. Nel seguito Il Modulo 5. su "I sistemi di ricarica: Le Batterie"